Video

Video istituzionale
Nei conflitti contemporanei il 90% delle vittime sono civili e una su tre è un bambino. EMERGENCY progetta, costruisce e gestisce ospedali, centri di primo soccorso, centri di maternità per offrire assistenza sanitaria alle vittime della povertà e della guerra.


L'intervento a Sunia
Il primo di quelli effettuati presso l'ospedale di cardiochirurgia di Khartoum. Il centro "Salam", progettato inizialmente per ospitare pazienti del Sudan e dei paesi confinanti, ha ospitato fin'ora anche pazienti del Ruanda e della Rep. Centraficana, a sottolineare l'importanza di una struttura di questo tipo per l'intera area. Proprio nella Rep. Centraficana è stata costruita la prima clinica satellite del centro "Salam" nella capitale, Bangui. La clinica effettua lo screening per i pazienti cardiopatici per individuare chi necessita dell'intervento cardiochirurgico e si occupa dei controlli e delle terapie di mantenimento dei pazienti operati, una volta ritornati a casa. ATTENZIONE: Il video contiene immagini di un intervento chirurgico a cuore aperto.


Intervista alla Dott.ssa M. Bini
La testimonianza della dottoressa di Emergency sul centro cardiochirurgico di Khartoum, inaugurato nella primavera del 2007 e dotato ora, a pieno regime, di:
oltre 60 posti letto; 3 sale operatorie; terapia intensiva e sub-intensiva; sala di emodinamica; sala radiologica; sala ecografica; laboratorio e banca del sangue; fisioterapia; farmacia; ambulatori e corsie; servizi tecnici; foresteria per i parenti dei pazienti.


Stanca di guerra
Pochi minuti per ascoltare, senza alcuna retorica, l'enorme intensità di un 'viaggio' attraverso le disumane assurdità della guerra, mescolando, dal primo conflitto mondiale ad oggi, storia, mito e riflessioni disarmanti. Estratto dal monologo di Lella Costa


Documentari


Afganistan: effetti collaterali
di Fabrizio Lazzaretti e Alberto Vendemmiati
Tra settembre e dicembre 2001, sono state filmate le attività sul campo di Emergency: i drammatici episodi nel Panshir, le vittime delle bombe sui villaggi e quelli delle mine antiuomo, eredità di una serie di guerre decennali, dall’occupazione sovietica del ’79 fino all’attacco americano dell’autunno 2001. I due registi hanno seguito il personale medico e umanitario dell’associazione durante il suo viaggio, nelle corsie dell’ospedale, nelle sale operatorie e nelle carceri.


Cambogia: eredi del silenzio
di Antonio Di Peppo e Guido Morozzi
Quelle che furono le prigioni di Pol Pot, tappezzate dalle fotografie delle vittime, e i suoi killing fields nascosti nella foresta rimangono oggi il simbolo di una guerra violentissima in cui la Cambogia è sprofondata per oltre vent'anni, lontana dagli occhi della comunità internazionale. I registi hanno documentato l'attività di Emergency nell'ospedale di Battambang e nei posti di primo soccorso di uno dei paesi più minati al mondo


Iraq: l'arcobaleno e il deserto
Girato in Iraq nel giugno 2003, il documentario illustra il lavoro di Emergency nel Kurdistan iracheno, dove l'associazione è attiva dal 1995, mostrando tutte le attività svolte in questa regione, una delle aree più minate del mondo. I due registi documentano le attività di Emergency nei F.A.P., nei Centri di Sulaimaniya ed Erbil, e nella riabilitazione e reintegrazione sociale nelle cooperative di ex-pazienti create con il supporto della ONG.


Iraq: Soran non aver paura
1996/1997 - Immagini dall'ospedale di Sulaimaniya, Kurdistan iracheno, costruito per iniziativa di Emergency. Una struttura che è diventata per qualche tempo la nuova casa di Soran, Fellah, Farad e di decine di altri bambini, feriti e amputati dalle mine antiuomo. Le vittime privilegiate di queste armi indiscriminate. Dopo l'intervento chirurgico e la riabilitazione tornano a vivere con l'aiuto di un arto artificiale. E perfino a sorridere, come si vede nella seconda parte del film, e a giocare a pallone.


Sierra Leone: il cuore non è fatto di pietra
di Antonio Di Peppo e Guido Morozzi
Tra paesaggi meravigliosi e malaria, bambini soldato e povertà, il documentario testimonia l'attività dell'ospedale di Emergency, dal 2001, a Goderich, a pochi km dalla capitale di un paese che paga ancora le conseguenza di una sanguinosa guerra civile


La guerra giusta?
di Howard Zinn e Gino Strada

Riflessioni sulla pace e sulla guerra del medico fondatore di Emergency e dello storico pacifista americano durante la conferenza "la guerra giusta?" svoltasi all'Auditorium di Roma nel giugno del 2005.